A seguito del dimezzamento dei fondi destinati allo scalo trapanese  “Birgi -Vincenzo Florio” ammontante a 9,6 milioni di euro,  disposto dalla Ragioneria dello Stato, su indicazione della Corte dei Conti, interviene il sindacato  UGL.Per Domenico De CosimoSegretario regionale dell’UGL T.A.: “Il rilancio dello scalo Aeroportuale di Birgi resta  prioritario, la salvaguardia dei lavoratori e delle lavoratrici  del settore compreso  indotto, devono avere un futuro.“Condividiamo  – gli fa eco Giuseppe Messina, Segretario Regionale UGL Sicilia – la posizione del Presidente Musumeci, ritenendo strategico lo scalo di Trapani, ed indispensabile per la valorizzazione del territorio e dell’indotto, pertanto chiederemo un incontro la Presidente stesso,  per sostenere il rilancio dello scalo”. Link UGL Sicilia.